Benvenuto su LomGroup
(+39) 080 8911347
70010 Turi (BA)

Scoliosi: gli esercizi per gli adulti

  • Home
  • News
  • Scoliosi: gli esercizi per gli adulti

Come poter risolvere le problematiche legate alla scoliosi e quali sono gli esercizi consigliati per gli adulti?

In questo articolo cercheremo di darvi alcune soluzioni ad una delle problematiche più diffuse che affligge la colonna vertebrale: la scoliosi. La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che può presentarsi con molteplici livelli di gravità.

Un ortopedico è in grado di valutare i gradi angolari delle vertebre così da comprendere in che modo agire a seconda della tipologia del problema e quale sia la terapia più adeguata tra ginnastica correttiva, fisioterapia, corsetti ortopedici o intervento chirurgico.

MAI SMETTERE DI FARE GINNASTICA!

É di fondamentale importanza prendersi cura del proprio corpo attraverso la ginnastica poichè essa mantiene in forma il sistema muscolo scheletrico. Per chi invece soffre di deviazioni rachidee è ancora più importante, e bisognerà intervenire con una ginnastica più mirata.

 Attenzione, negli adulti gli obiettivi fondamentali sono:

  • Non aggravare la sintomatologia dolorosa della scoliosi che una retrazione muscolo legamentosa potrebbe comportare;
  • Riequilibrare le tensioni muscolari e riallungare quei muscoli che per varie ragioni sono diventati tesi, rigidi e retratti.
  • insegnare al soggetto un postura di compensazione;

Inoltre, la sana abitudine di eseguire una ginnastica di tipo posturale mirata comporterà negli anni il non accentuarsi delle curve scoliotiche che con l’avvicinarsi all’età senile tende a diventare fisiologica.

Andiamo a vedere alcuni consigli su come effettuare gli esercizi per risolvere (o migliorare) la propria scoliosi.

Potrebbe interessarti anche: Come camminare correttamente

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA ESECUZIONE DEGLI ESERCIZI

In questo paragrafo vedremo quali sono le raccomandazioni generali che bisogna osservare quando andiamo a fare degli esercizi mirati alla scoliosi di un adulto.

Accortezze per la corretta esecuzione degli esercizi con movimenti:

  • Prediligere esercizi con contrazioni isometriche (statiche) e con contrazioni eccentriche (di allungamento) che vadano a migliorare non solo il tono muscolare ma la qualità del movimento.
  • Esercitarsi il più possibile di fronte ad uno specchio in modo che ci si possa osservare per auto-correggesi e cercare di mantenere la postura corretta nei movimenti.
  • Lavorare sull’allungamento assiale della colonna.
  • Usare più tecniche respiratorie durante l’esecuzione degli esercizi. Sul respiro bisognerà diventare davvero bravi nel sapere distinguere e gestire almeno le due respirazioni principali (respirazione costale e respirazione diaframmatica).
  • Non lavorare sull’allungamento solo dal lato più retratto. É meglio strutturare gli esercizi con movimenti del corpo simmetrici. E’ consigliabile dedicarsi allo stretching da entrambi i lati del busto o su entrambi gli arti, soffermandosi più tempo sulla regione muscolare più rigida. Questo vale anche per il lavoro di rinforzo muscolare sul lato più debole.
  • Dedicarsi sempre alla mobilità delle spalle e delle anche, qualsiasi scoliosi sia. Queste articolazioni godono di ampia apertura nei movimenti e influiscono molto sull’assetto della colonna; si possono ottenere notevoli miglioramenti lavorando più su spalle e anche rispetto ad un lavoro focalizzato solo sulla colonna vertebrale. I miglioramenti così ottenuti porteranno ad una maggiore adattabilità nel trovare una postura di compensazione per un assetto più equilibrato.
  • Prediligere esercizi propriocettivi per riappropriarsi della percezione della propria postura. Un grande esempio sono le tavolette instabili sulle quali poggiare entrambi i piedi. In questo modo avviene una vera e propria “riequilibratura” dello scarico del peso del corpo.

Se questi consigli vi sono stati utili, leggete gli altri articoli presenti all’interno del nostro blog , dove troverete tante altre soluzioni e curiosità sul mondo della postura.

Potrebbe interessarti anche: Mal di piedi: quali sono le cause?